Tradizionale Festa di Garibaldi


Garibaldi non fu ferito a Cesenatico… però ci passò!

Era il 2 agosto del 1849 e per sfuggire alle truppe francesi e borboniche, Garibaldi approdò in terra di Romagna, dove sperava di trovare sufficienti uomini per liberare Venezia, ancora sotto dominazione asburgica. Inseguito anche dalla flotta austriaca l’eroe d’Italia attraccò la tartana presso Magnavacca, divenuto poi l’attuale Porto Garibaldi.

Una trama troppo affascinante per essere ignorata, e allora al via la ricostruzione della “Cesenatico Ottocentesca” scenario del leggendario approdo!

Una festa Garibaldina con tanto di figuranti in camicia rossa quella di sabato 2 e domenica 3 agosto.

PROGRAMMA SERATE :

– Venerdì 1 agosto alle ore 21:30

Sul Porto Canale, all’altezza del Museo della Marineria, la compagnia Elsinor presenterà lo spettacolo teatrale “Anita”. Sarà l’occasione per approfondire l’affascinante ruolo della donna amata da Garibaldi.

– Sabato 2 agosto alle ore 21

Giornata in cui si aprono ufficialmente i festeggiamenti e che vedrà come protagonisti i nove rioni cittadini. Il clou della serata sarà il corteo dei quartieri e della Compagnia medievale “San Michele”, che sfilerà da piazza Costa fino al Palo della Cuccagna dove si daranno battaglia 54 “cuccagnotti” che tenteranno di raggiungere la cima dell’insidioso palo.

– Domenica 3 agosto dalle 9:30

Altro corteo storico, ma questa volta i “primattori” assoluti saranno i rossi Garibaldini, accompagnati dalla banda musicale e dalle Autorità cittadine. Il corteo si snoderà tra le strade di Cesenatico ripercorrendo alcuni luoghi simbolo del passaggio dell’eroe: piazza Pisacane con il monumento a lui dedicato e la vecchia casa sul porto dove soggiornò Anita Garibaldi. Il tour si concluderà in barca con il lancio nell’Adriatico di corone per commemorare i Caduti del Mare. Alle ore 22 nella spiaggia libera antistante piazza Costa, la manifestazione si concluderà con fuochi pirotecnici sull’acqua.

C'è 1 comment

Add yours