Presentazione Artisti Verucchio Festival


Sabato 19

Richard Galliano “Tangaria Quartet” – Francese della costa Azzurra, ma con origini italiane, ha raggiunto in pochi anni i vertici mondiali del jazz, è il principale artefice del rilancio della fisarmonica quale strumento delle innumerevoli capacità espressive. Considerato l’erede di Astor Piazzolla.

Ibrahim Maalouf – Eccezionale trombettista nato a Beirut oggi stabilitosi in Francia. Suona regolamente come solista con orchestre, nella musica da camera. E’ considerato un artista multiculturale, spaziando anche nella musica d’avanguardia e contemporanea. Sperimentatore eclettico.

Lunedì 21

Josè Gonzales – Nato e vissuto in Svizzera, anche se il nome tradisce chiare origini sudamericane, è il nuovo pupillo del neofolk. In realtà Josè è un atipico del folk, e unisce stili che sembrano lontani mescolando le forme folk di estrazione nord e sudamericana entro una sensibilità prettamente europea.

Seth Lakeman – Lakeman è lontano per immagine e stile dagli stereotipi folk. Nella sua musica ci sono elementi della tradizione, ma nello stesso tempo vi è la creazione di un ritmo d’origine punk e rock con la profondità blues e soul.

Mercoledì 23

Toumani Diabat “Mande variations” – Tomei è colui che per primo ha presentato il Kora, un’arpa unica a 21 corde tipica dell’Africa Occidentale, in gioro per il mondo. Musicista sempre alla ricerca di modernizzare la musica del proprio paese d’origine onorandone però le tradizioni.

Celia De Piedade – Musicista di fisarmonica, cantante e compositrice collabora con gruppi di musica tradizionali e workshop di danza, oltre questo collabora con grandi artisti tra cui anche Enaudi.

Giovedì 24

Blonde Redhead – Gruppo che con gli anni ha accresciuto la sua fama nel panorama underground, e che vede all’attivo già numerosi album di ottimo successo.

Dani Siciliano – Dani si è conquistata un posto d’onore nel panorama della musica elettronica contemporanea. Voce sottile che si incastra sulle trame multiforme elettroniche. Inflessioni jazz e tepore soul, fascino sampling e innate capacità compositive, sono le caratteristiche che la rendono un artista si sensazionale originalità e bravura.

Venerdì 25 “ELECTRONIC NIGHT”

Bj Nielsen & Hildur Gudnadottir, B. Fleischmann – Bj Nielsen, sound – artist svedese, si dedica allo studio dei suoni della natura, ai loro effetti sull’uomo e alla percezione per via sonora dello spazio e del tempo.

Sabato 26

Ludovico Enaudi con Robert e Ronald Lippok – Non sarà un “normale” concerto di pianoforte. Enaudi conferma la sua già “svelata” vena cosmopolita integrando ai sui raffinati accordi di pianoforte la musica elettronica.

Nathan Fake – Protagonista della tradizionale festa di chiusura del Festival il Disc Jokey britannico Fake, che ha iniziato a comporre musica elettronica fin da giovanissimo. Grande ideatore di pezzi della scena minimal house.


C'è 1 comment

Add yours