Rimini Cinema: al via la nuova stagione della Cineteca


pietro reggianiE’ da un pò di tempo che tra i post di questo blog non parliamo di film o di proiezioni nei cinema di Rimini.

Rimedio subito segnalandovi un appuntamento dedicato al cinema d’autore:

Le sere del 27, 28 e 29 settembre, presso il Palazzzo Gambalunga (via Gambalunga 27), alle ore 21:30, potremo gustarci i tre film scelti per aprira la nuova stagione della Cineteca di Rimini.
Le prieme due serate portano il nome del regista americano Billy Wilder, considerato uno dei padri della comedia oltreoceano.

Baciami, stupido” (1964) e “Arianna” (1957) sono i due film scelti per rappresentarne l’opera.

Tuttavia preferisco soffermarmi sulla terza proiezione (29 settembre), dove in programma troviamo un film italiano indipendente diretto da Pietro Reggiani (2005): “L’estate di mio fratello“.

Ecco in breve la trama di questa storia semplice, diretta con delicatezza e maestria dal regista veronese:

Il film ruota attorno a Sergio, un bimbo di nove anni, figlio unico, chiuso e fantasioso, che si trova a dover fare i conti con un’improvvisa gravidanza della madre. L’arrivo di un fratellino fa breccia nelle fantasticherie di Sergio, il quale inizia ad immaginarne la presenza del nuovo venuto e i cambiamenti che porterà nella sua vita. Pian piano la presenza del fratellino immaginario diventa ingombrate e Sergio ne viene sopraffatto fino al punto di decidere di eliminarlo.
Quasi fosse lui il responsabile, la sua decisione coincide con l’aborto della madre.
Il senso di responsabilità diventerà per Sergio un pesante fardello e Reggiani descrive con una rara sensibilità l’universo dei bambini, le loro percezioni, il dramma, la fragilità.

Vi confesso che sono molto contenta della proiezione riminese di questo film che tra l’altro guadagnò una menzione d’onore al Tribeca Film Festival di New York nel 2005 (festival dedicato proprio al cinema indipendente internazionale).

Inoltre, “L’estate di mio fratello” è stato adottato dall’associazione culturale Self Cinema, che grazie al suo progetto Adopt-a-movie, consente agli spettatori di partecipare alla distribuzione di film come quello di Reggiani.

Se oggi possiamo gustare “L’estate di mio fratello” è grazie a quegli spettatori e appassionati di cinema che acquistando i biglietti delle sale in anticipo hanno consentito l’incasso minimo per la proiezione.

Ultima informazione che vi lascio: l’ingresso alle tre serate è completamente gratuito.

C'è 1 comment

Add yours