Rimini presenta il manifesto dell'estate 2007


manifesto rimini 2007

I cittadini Riminesi, sempre attenti a tutto ciò che riguarda la propria città, avranno certamente notato la coloratissima immagine che da qualche settimana circola sui manifesti affissi lungo le vie di Rimini.

Proprio questa illustrazione, così onirica e particolare, rappresenterà l’immagine promozionale della città per tutta l’estate 2007: si tratta infatti del nuovo manifesto copertina di Rimini, ad opera quest’anno dell’artista Pablo Echaurren.

L’autore romano è l’ultimo grande nome ad aver prestato alla città di Rimini la propria sensibilità artistica, realizzando un immagine fortemente legata al mare e ai suoi colori: due delfini che si incontrano simmetricamente per realizzare una figura armoniosa e coloratissima, dalle abbaglianti tinte blu e verdi tese ad omaggiare il mare della riviera.
Un immagine moderna dunque, dal sapore pop art, ma che nello stesso tempo si lega alla tradizione e racchiude lo spirito riminese.

Come infatti spiega lo stesso Echaurren:

“Il delfino è il mare. Il mare è il delfino. Non si scappa. E Rimini è località marina per antonomasia. Ergo il delfino è Rimini. E viceversa. Simboli simbiotici. Il delfino è il giocoliere del mare, l’acrobata acquatico, l’interprete principe delle sculture liquide, delle fontane barocche, di Giovan Lorenzo Bernini. E Bernini è Roma. Roma-Rimini? Fellini!”

Per chi fosse curioso di sapere qualche cosa in più sull’autore scelto dalla città di Rimini per il 2007, segnaliamo questo articolo di approfondimento su Echaurren.

Per ammirare invece l’opera originale basterà recarsi presso il Museo della Città, dove entrerà a far parte del nostro patrimonio artistico assieme ai precedenti manifesti riminesi, tutti realizzati, come ormai vuole la tradizione, da personalità artistiche di rilievo (basta ricordare le ultime opere di Milo Manara, Jovanotti e Luca Giovagnoli).

Tutta l’Amministrazione Comunale di Rimini ha ringraziato Pablo Echaurren per avere accettato la proposta di collaborazione.

C'è 1 comment

Add yours