Paolo Fabbri a Rimini


meditazioni-riminesi.jpgSarà il semiologo riminese Paolo Fabbri ad aprire, domenica 11 febbraio alle 17 presso il Teatro degli Atti di Rimini (via Cairoli 42), il ciclo 2007 delle “Meditazioni riminesi”, questa volta dedicate all’estetica contemporanea, cioè a quella modalità di riflessione che ha per oggetto l’arte, il bello, il gusto, lo stile, etc., nonché il loro contrario. Emblematica, in tal senso, sarà la conferenza di Paolo Fabbri.

“L’arte moderna – dice Fabbri – è impegnata nella trasgressione dei limiti. I limiti “fisici” dell’opera (cornici, supporti, luoghi e tempi di esposizione) e le cornici concettuali (linguistiche e semiotiche) e sensoriali (sostanze e media). L’estesia, la percezione, è un atto creativo di valore che implica attrazione e repulsione. Gli artisti e i media contemporanei (vedi ad esempio la body art, la pornografia) esplorano attivamente ogni possibile repulsione giungendo a risultati – attraenti? – d’abiezione e di orrore. La singolarità del gusto – se esiste – sembra costituita da molteplici disgusti. Accanto all’estetica del gusto c’è dunque un’ Estetica del Disgusto?”.

L’iniziativa è organizzata dalla Biblioteca Civica Gambalunga di Rimini con il patrocinio dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. Il ciclo è riconosciuto dall’Autorità scolastica come atività di aggiornamento. Info: Direzione Biblioteca Gambalunga, tel. 0541/704486.

Ecco l’elenco completo degli appuntamenti:

domenica 11 febbraio
PAOLO FABBRI, Estetiche del disgusto

domenica 18 febbraio
ERMANNO CAVAZZONI, La grande sacrosanta pattumiera dell’artistico

domenica 25 febbraio
UMBERTO CURI, Un filosofo al cinema

domenica 4 marzo
MASSIMO DONÀ, La filosofia nella musica

domenica 11 marzo
FRANCISCO JARAUTA, Dietro le maschere de Les demoiselles d’Avignon

domenica 18 marzo
MARIO BOTTA, Architettura e città. Riflessioni sull’estetica contemporanea

domenica 25 marzo
CASIMIRO PORRO, Sul mercato dell’arte

domenica 1 aprile
RENATO BARILLI, Le arti prossime venture

C'è 1 comment

Add yours